Messa in sicurezza di porte e finestre: i nostri suggerimenti

La sensazione di sicurezza è un’esigenza fondamentale di ogni persona. Chiunque sia stato vittima di un’effrazione sa quali danni può causare l’invasione della privacy. Non solo da un punto di vista materiale, ma anche emotivamente: l’intrusione di estranei genera una sensazione di forte compromissione della sicurezza personale. Esistono vari metodi per proteggersi dalle effrazioni. Abbiamo riassunto le raccomandazioni più importanti nel nostro articolo sulla Protezione contro le effrazioni. Di seguito vi mostriamo come proteggere porte e finestre contro i tentativi di intrusione.

L’essenziale in breve

I ladri cercano sempre la via più semplice. È quindi logico che porte e finestre siano i punti d’ingresso più utilizzati dagli ospiti indesiderati. Secondo i dati aggiornati dell’Ufficio Federale di Statistica, i ladri entrano da una porta in più della metà dei casi di effrazione, mentre le finestre, con il 28% circa, sono il secondo obiettivo più frequente.
 
Le porte con telaio in legno e le finestre semplici sono facilmente violabili, anche con strumenti comuni, come ad es. i cacciavite. Una volta superato il primo ostacolo e in assenza di ulteriori misure di sicurezza all’interno dell’appartamento o della casa, il ladro ha mano libera.
Dal punto di vista della sicurezza, sono punti deboli non solo i serramenti di case e appartamenti datati; anche la maggior parte dei nuovi immobili non è dotata di porte o finestre di sicurezza, che spesso non vengono montate per motivi di costo e di estetica.
L’installazione a posteriori di alcune soluzioni meccaniche consente di rendere porte e finestre più sicure. Tuttavia, quando si tratta di protezione contro le effrazioni, non è importante solo l’aspetto meccanico-funzionale, ma soprattutto l’interazione ottimale tra queste e altre misure di sicurezza, come l’impianto d’allarme e il sistema di videosorveglianza. Per saperne di più sui vantaggi dei sistemi di sicurezza, consultate questa sezione.

Opzioni meccaniche per la sicurezza di porte e finestre

  • Protezione delle finestre

    Per principio, quando si esce di casa occorre sempre chiudere le finestre completamente: una finestra con anta a ribalta aperta è, di fatto, una finestra aperta.
    Per quanto riguarda la sicurezza delle finestre, sono due gli elementi da considerare: da un lato il vetro della finestra e, dall’altro, il meccanismo di chiusura. Gran parte delle finestre di nuova generazione monta almeno un doppio vetro e spesso può essere chiusa a chiave, ma generalmente le finestre semplici, come quelle delle cantine, non soddisfano gli standard di sicurezza.
    Per la messa in sicurezza delle finestre è bene utilizzare vetri antisfondamento, molto più resistenti alla rottura. Inoltre, si possono applicare al vetro delle pellicole per finestre.
    In questo modo si evita la frantumazione completa del vetro, che viene tenuto insieme dalla pellicola di sicurezza. Nell’installazione è tuttavia importante che il bordo della pellicola aderisca bene al telaio della finestra. Anche in questo caso, è quindi opportuno consultare uno specialista.
    Oltre al vetro, esistono anche diverse soluzioni di chiusura per evitare che la finestra venga forzata - ad esempio listelli basculanti che alla chiusura si posizionano ad angolo di 90° davanti alla finestra - ma anche maniglie per finestra con serratura o solide finestre di sicurezza con bulloni in acciaio. Vi sono poi dispositivi di blocco facili da installare che rinforzano le cerniere delle finestre.
  • Protezione delle porte

    La porta d’ingresso deve sempre essere chiusa a chiave, anche quando si esce di casa per breve tempo.
    Per la messa in sicurezza delle porte sono disponibili numerose soluzioni meccaniche. Da un lato, occorre assicurarsi che le cerniere della porta siano saldamente fissate al battente e al telaio. Anche i listelli di chiusura devono presentare un determinato spessore ed essere ben ancorati.
    Esiste inoltre una vasta gamma di sistemi di chiusura per garantire la sicurezza della porta. Le serrature a catenaccio rappresentano oggi lo standard; la lunghezza del catenaccio deve essere di almeno tre centimetri. Si possono inoltre installare dispositivi di chiusura supplementari, come chiavistelli, catenacci blindati e a croce.
    Oltre ai sistemi di chiusura, sono molto importanti anche la struttura e l’ancoraggio della porta stessa. I semplici telai delle porte in legno non sono sufficientemente ancorati alle pareti e possono essere facilmente forzati, tuttavia vi sono modalità per rinforzare a posteriori gli ingressi che non offrono adeguata sicurezza. A tale scopo, occorre tuttavia prestare attenzione a una corretta armonizzazione dei sistemi di sicurezza di ante, telai, cerniere, serrature, ferramenta e contropiastre. Offrono massima protezione le porte di sicurezza in metallo, che tuttavia vengono di rado utilizzate per le unità residenziali.
  • Svantaggi dei dispositivi di sicurezza puramente meccanici

    Per rendere più sicure porte e finestre già installate o prevedere serramenti che garantiscano sicurezza in un nuovo edificio potete scegliere tra una vasta gamma di opzioni, che tuttavia comportano spesso costi elevati e un grande dispendio di tempo ed energia. Chi non è del settore, inoltre, difficilmente potrà stabilire quale sia la combinazione di misure di sicurezza più idonee al caso specifico. Perché, dopotutto, non basta mettere in sicurezza una finestra o una porta.
    In veste di inquilini, inoltre, la possibilità di migliorare la protezione contro le effrazioni di porte e finestre si riduce ulteriormente, in quanto molte soluzioni meccaniche modificano il serramento in questione e non sono facilmente rimovibili.
    Spesso i malintenzionati non si lasciano scoraggiare da questi sistemi di sicurezza aggiuntivi, perché chi vuole davvero entrare, troverà un modo.

Protezione duratura grazie a un sistema di sicurezza completo

Per garantire una protezione ottimale contro le effrazioni, è indispensabile una combinazione di più misure nell’ambito di un sistema di sicurezza esaustivo, comprendente una consulenza su misura in base alle esigenze specifiche.
I sistemi di sicurezza con impianto d’allarme, dispositivi meccanici e videosorveglianza offrono una protezione completa. Già gli adesivi di segnalazione del sistema d’allarme posti esternamente esercitano in molti casi un efficace effetto deterrente, poiché i ladri sanno cosa li aspetta. Se ciononostante dovessero scegliere di introdursi nella vostra casa o abitazione, nulla è ancora perduto. All’interno è presente un impianto d’allarme con rilevatori di movimento, che può essere facilmente disattivato entro 30 secondi. In caso di effrazione, tuttavia, dopo questo intervallo si attiva una sirena. In questo modo Securitas Direct riceve una segnalazione d’allarme con immagini video, può verificare la situazione e, se necessario, avvisare la polizia. Gli intrusi non avranno il tempo di sottrarre alcunché dall’abitazione, e voi non dovrete preoccuparvi se non vengono identificati.
Ogni proprietà e ogni immobile rappresenta tuttavia un caso a sé: il tipo di protezione ottimale è determinato non solo dall’ubicazione, ma anche dalle caratteristiche degli ambienti abitativi. Securitas Direct vi offre un controllo gratuito della sicurezza, che consente di personalizzare il sistema di sicurezza in base alle vostre esigenze.
Concordate subito la vostra analisi gratuita della sicurezza
Non sarete protetti solo contro le effrazioni, ma anche da incendi, danni causati dall’acqua e interruzioni di corrente, che saranno segnalati automaticamente: saremo noi ad assicurare che il problema venga risolto. Quindi, in caso di assenza, non dovrete, ad esempio, interrompere il viaggio.
Desiderate altre informazioni sulla nostra offerta? Contattateci e saremo lieti di aiutarvi.
Per ulteriori suggerimenti sulla protezione contro le effrazioni, leggete il nostro articolo correlato.

Cos'altro potrebbe interessarvi

Cosa fare dopo un’effrazione – checklist in caso di sinistro

Un’effrazione è sempre un’esperienza sconvolgente e spesso traumatica. Davanti a voi si delinea l’enorme quantità di incombenze che vi attendono: riparazioni, valutazioni assicurative, riordino.
read more

Quali tipologie di impianti d’allarme esistono?

In sostanza, si distingue tra una soluzione fai-da-te (DIY) e un'installazione professionale. Le esigenze e i criteri di confronto sono diversi.
read more

Protezione contro le effrazioni – cosa dovete sapere

Gli oggetti di valore che possediamo sono per noi importanti e la nostra privacy è sacra. Se viene violata, il danno che subiamo è ingente. In quest’ottica è comprensibile quanto sia importante la prevenzione.
read more