Cosa fare dopo un’effrazione – checklist in caso di sinistro

Un’effrazione è sempre un’esperienza sconvolgente e spesso traumatica

 

Ricevete una telefonata della polizia: qualcuno si è introdotto nella vostra abitazione. Siete in riunione, a teatro o a una festa di compleanno; la polizia sta mettendo in sicurezza la scena del crimine nel vostro appartamento. Dovete tornare immediatamente a casa. Sono stati rubati gioielli, denaro, quadri. Siete scioccati. Davanti a voi si delinea l’enorme quantità di incombenze che vi attendono: riparazioni, valutazioni assicurative, riordino. Ma ciò che è più insopportabile è il fatto che degli sconosciuti abbiano violato la vostra privacy.

 

Se per caso cogliete gli intrusi sul fatto, la prima regola è: non fate gli eroi!

Non mettete in pericolo voi stessi o altri, l’incolumità fisica ha la massima priorità.

Attenetevi ai seguenti principi

  • Non affrontate mai gli intrusi

  • Mantenete la calma, mettevi in salvo

  • Avvisate la polizia utilizzando il numero di emergenza 112 o 117

  • Se possibile, non entrate in casa o nell’appartamento prima dell’arrivo della polizia

  • Non toccate nulla

Dopo l'effrazione

Dopo un furto, il derubato si sente spesso abbandonato a sé stesso. Molti casi di effrazione non vengono mai risolti, gli autori sfuggono senza essere identificati e spesso non lasciano tracce. Di frequente, gli effetti e l’entità della paura e del trauma psicologico subito si manifestano solo in un secondo tempo, subito dopo il sinistro c’è molto da fare.

Per questo Securitas Direct vi raccomanda di:

  • Informare le compagnie di assicurazioni

  • Stilare un elenco degli oggetti rubati, integrandolo con fatture o ricevute d’acquisto, fotografie, certificati di garanzia, ecc.

  • Bloccare le carte rubate

  • Bloccare l’e-banking

  • Impostare nuove password per PC/laptop/cellulare

  • Sostituire le serrature, se mancano le chiavi

  • Organizzare l’intervento di artigiani per le riparazioni

Durante il riordino dell’abitazione, ci si rende conto di quanto è successo, vedendo serrature forzate, lampade esterne e finestre rotte, mobili danneggiati, armadi e cassetti a soqquadro o persino veri e propri atti di vandalismo.

Nelle vittime, un’effrazione può scatenare le emozioni più diverse: shock, rabbia, orrore, aggressività, tristezza, paura. L’intrusione di estranei viene percepita come una gravissima violazione della privacy: ci si tormenta chiedendosi quali oggetti siano stati toccati o quali documenti letti.

Proprietà e oggetti di valore sono stati sottratti o danneggiati. Ma ancor più dolorosa è la perdita di ciò che non può essere sostituito, ricordi il cui valore materiale è insignificante, ma inestimabile dal punto di vista emotivo.

Consigli per le vittime

Parlare dell’accaduto aiuta a elaborare il trauma. Parlatene, raccontate cosa ha scatenato in voi l’invasione della privacy. Esprimete la vostra rabbia nei confronti dei ladri, la sensazione d’impotenza e paura, il dolore per le perdite subite. Se necessario, rivolgetevi a un professionista per ricevere assistenza psicologica.
 
Inevitabilmente, vi chiederete se avreste potuto proteggere meglio la vostra casa ed evitare l’intrusione.
Non rimproveratevi! Agite ora.
 
Verificate quali misure preventive potete adottare per rafforzare la sicurezza della vostra abitazione.
 
Dopo un’effrazione, la casa non è più un luogo sicuro. Le conseguenze psicologiche possono essere disturbi del sonno, ansia, nervosismo, alcuni pensano persino a un trasloco.

Parlare dell’accaduto aiuta a elaborare il trauma. Parlatene, raccontate cosa ha scatenato in voi l’invasione della privacy. Esprimete la vostra rabbia nei confronti dei ladri, la sensazione d’impotenza e paura, il dolore per le perdite subite. Se necessario, rivolgetevi a un professionista per ricevere assistenza psicologica.
 
Inevitabilmente, vi chiederete se avreste potuto proteggere meglio la vostra casa ed evitare l’intrusione.
Non rimproveratevi! Agite ora.
 
Verificate quali misure preventive potete adottare per rafforzare la sicurezza della vostra abitazione.
 
Dopo un’effrazione, la casa non è più un luogo sicuro. Le conseguenze psicologiche possono essere disturbi del sonno, ansia, nervosismo, alcuni pensano persino a un trasloco.

No, tutto questo non vi protegge da un’effrazione!

Potete dotarvi di una buona illuminazione esterna e di rilevatori di movimento, erigere un’alta recinzione intorno alla vostra proprietà e prendere una cane da guardia. Potete rinforzare porte e finestre con interventi strutturali costosi e lunghi.
Più sicura, più semplice e soprattutto più efficace è la protezione offerta da un impianto d’allarme.
Checklist in caso di sinistro

In ogni negozio di bricolage è possibile trovare soluzioni economiche, che tuttavia non sono appositamente studiate in base alle esigenze specifiche, né sono collegate a una centrale di ricezione allarmi. In caso di effrazione o tentativo di intrusione, dovrete avvisare la polizia e occuparvi di tutta la procedura di disbrigo del sinistro. Non molto semplice, se siete in vacanza all’altro capo del mondo.
Con un impianto d’allarme intelligente di Securitas Direct, invece, il piano di sicurezza è concepito su misura in base alle vostre esigenze. Già i soli adesivi generano un efficace effetto deterrente. Un’eventuale intrusione non passa certo inosservata: luci lampeggianti, sirena e telecamere entrano immediatamente in funzione. Nel giro di secondi Securitas Direct riceve la segnalazione d’allarme, analizza le immagini e fa intervenire la polizia. In collaborazione con la polizia, giunge sul posto un addetto Securitas, che redige il rapporto d’intervento, riattiva l’impianto d’allarme, vi rappresenta in caso di assenza e provvede alla riparazione della porta.

SECURITAS DIRECT VI OFFRE UNA BELLA SENSAZIONE DI SICUREZZA ...

COSA FARE DOPO UN’EFFRAZIONE – CHECKLIST IN CASO DI SINISTRO

... Anche quando non c’è nessuno a casa.

Secondo le statistiche elaborate dalle compagnie di assicurazioni, nelle abitazioni dotate di impianto d’allarme i danni dovuti a furti si riducono del 90% circa.

Assicuratevi la migliore protezione. Vi offriamo una consulenza competente e senza impegno fate subito il nostro controllo della sicurezza.

Cos'altro potrebbe interessarvi

Quali tipologie di impianti d’allarme esistono?

In sostanza, si distingue tra una soluzione fai-da-te (DIY) e un'installazione professionale. Le esigenze e i criteri di confronto sono diversi.
read more

Messa in sicurezza di porte e finestre: i nostri suggerimenti

Le porte e le finestre rappresentano il rischio maggiore per la sicurezza. Vi spieghiamo come potete metterli al sicuro con i nostri sistemi di allarme.
read more

Protezione contro le effrazioni – cosa dovete sapere

Gli oggetti di valore che possediamo sono per noi importanti e la nostra privacy è sacra. Se viene violata, il danno che subiamo è ingente. In quest’ottica è comprensibile quanto sia importante la prevenzione.
read more