Quali tipologie di impianti d’allarme esistono?

Tener conto delle esigenze individuali nella scelta dell’impianto d’allarme

 

Un impianto d’allarme deve rispondere alle esigenze individuali dell’immobile e di chi ne fruisce, tenendo conto del campo d’applicazione. In fine dei conti, non si tratta unicamente di installare qualche telecamera, ma di realizzare una protezione efficace dell’edificio. La protezione contro le effrazioni con rilevatori e sensori di movimento, rilevatori di fumo e perdite d’acqua può completare il sistema. Per questo è opportuno rivolgersi a un professionista, che effettuerà un’analisi della sicurezza sul posto (caratteristiche dell’edificio e dell’ambiente circostante) per poi elaborare un piano di sicurezza su misura.

Se vi sta veramente a cuore la sicurezza, prendete in considerazione l’installazione di un impianto d’allarme professionale. Vai all'offerta non impegnativa.

Quali sono gli aspetti da considerare nella scelta di un impianto d’allarme?

Porte e finestre più sicure rappresentano una prima barriera e un’efficace misura contro le effrazioni. Spesso, tuttavia, l’installazione è costosa e non immediatamente realizzabile. Di frequente, i ladri entrano anche attraverso le grate della cantina, se non fissate saldamente. Il tipo di edificio influisce sulla scelta dell’impianto d’allarme, che sarà diverso a seconda che si debba proteggere una casa, un appartamento o un’azienda.

State ristrutturando o progettando casa? In questo caso una soluzione wireless è probabilmente l’opzione migliore. L’installazione a posteriori di un sistema d’allarme radio è rapida e semplice e non modifica l’estetica della vostra casa. Negli impianti d’allarme wireless i rilevatori di movimento comunicano con sensori. Spesso, la scelta tra sistema radio o via cavo dipende anche dal tipo di edificio e dal numero di rilevatori di movimento e sensori.

Le innumerevoli offerte di set per impianti d’allarme wireless nei negozi di bricolage o in Internet sono allettanti e poco costose. Ma come si installa efficacemente un sistema di sicurezza senza fili e qual è il posizionamento corretto di segnalatori acustici, rilevatori di movimento e centrale d’allarme radio o sensori?

La tentazione è quella di installare alcune videocamere che consentano la sorveglianza tramite cellulare o computer. Ma onestamente: se siete al lavoro, in ferie o di notte, tutto questo non è più un gioco da ragazzi. Probabilmente la scelta più oculata è un sistema d’allarme moderno, collegato tramite centrale allarmi wireless.

Dove deve arrivare il segnale d’allarme? Alla sirena con segnalatore acustico, al vostro smartphone o a una centrale allarmi professionale? Sta a voi scegliere se occuparvi della sorveglianza 24 ore al giorno o se affidarla, tramite centrale allarmi, a professionisti del settore che assicurano il servizio notturno e durante le vostre assenze.  E non dimenticate le vacanze: il numero di emergenza della polizia non funziona dall’estero e dovrete contattare la stazione di polizia locale.  Anche i vicini potrebbero non essere sempre disponibili o, spaventati, non volersi occupare dell’effrazione. Con il collegamento a una centrale allarmi, può essere attivato anche un allarme silenzioso, ad esempio in caso di minaccia all’interno della casa.

Gli impianti d’allarme Smart Home da montare autonomamente sono spesso dotati unicamente di una connessione Internet.  Negli impianti d’allarme GSM professionali è integrata una scheda SIM che garantisce una connessione sicura tra impianto d’allarme e centrale, per un’efficace attivazione dell’allarme.

È scattato l’allarme - e ora che si fa? Se l’allarme acustico o visivo si spegne e non succede nulla, i ladri possono entrare indisturbati. La procedura d’intervento deve essere definita e organizzata anticipatamente, per poter essere immediatamente implementata in caso di sinistro (intervento della polizia o del servizio di sicurezza). Se l’impianto d’allarme è collegato a una centrale allarmi, i rispettivi operatori si occupano di tutto.

I trasmettitori manuali per un facile utilizzo del sistema possono offrire grandi vantaggi per il comfort quotidiano. Con un tag reader è possibile attivare o disattivare l’impianto d’allarme, azionare determinate funzioni e controllarle con il trasmettitore manuale. Oppure basta attivare l’impianto d’allarme con un semplice clic sul pannello di comando. Può essere utile anche un’applicazione sul cellulare. Durante la consulenza sulla sicurezza, potrete stabilire quali moduli di comfort sono importanti per voi.

Non è solo il tipo di impianto d’allarme con sistemi hardware quali telecamere e sensori di movimento ad essere fondamentale in caso di sinistro. L’attenzione deve essere rivolta all’intero sistema e ai servizi forniti: consulenza, installazione corretta, garanzia, manutenzione, segnalazione d’allarme, intervento in caso di sinistro. Solo una procedura d’intervento definita in anticipo è garanzia di tranquillità in caso di sinistro

Per sapere come potrebbe essere configurato il vostro piano di sicurezza, il passo successivo è molto semplice: Controllo della sicurezza  gratuito online.

Criteri per la valutazione del vostro sistema d’allarme

Criteri

Impianto d’allarme professionale

Impianto d’allarme «do it yourself»

 

Disponibilità

 

ad es. presso Securitas Direct

 

Negozi di bricolage, shop online

 

Consulenza

 

Piano di sicurezza personalizzato

 

parziale

 

Tipo di installazione

 

Wireless o con cablaggio in base al tipo di edificio

 

Prevalentemente wireless

 

Tipi d’allarme

 

Effrazione, incendio, danni causati dall’acqua

 

parziali

 

Indicato per

 

Appartamento, casa, impresa

 

Appartamento, casa (edifici semplici)

 

Installazione a cura di

 

Installatori certificati, corretto montaggio di tutti gli elementi

 

Montaggio autonomo

 

Istruzioni

 

Introduzione e formazione sul posto

 

Organizzazione in autonomia

 

Sorveglianza a distanza (monitoring)

 

24/7 tramite centrale allarmi

 

Sorveglianza in autonomia

 

Supporto tecnico

 

24/7 tramite centrale allarmi

 

Organizzazione in autonomia

 

Hotline

 

24/7 tramite centrale allarmi

 

-

 

Garanzia

 

5 anni

 

max. 2 anni

 

Manutenzione/assistenza

 

Incluse, anche sostituzione batterie, aggiornamenti

 

Organizzazione in autonomia

 

Connessione

 

Carta SIM, tramite GSM alla centrale allarmi

 

Router via Internet

 

Segnalazione d’allarme

 

24/7 alla centrale allarmi

 

ad es. su cellulare, requisito essenziale: connessione Internet

 

Gestione allarme

 

24/7 tramite centrale allarmi

 

Organizzazione in autonomia

 

Intervento

 

24 ore 24, 7 giorni su 7 la centrale allarmi mobilita autonomamente la polizia e il servizio di sicurezza

 

(numero della stazione di polizia a portata di mano, vicini, ecc.)

 

Messa in sicurezza

 

Il servizio di sicurezza può ad es. organizzare l’intervento di un fabbro o di un vetraio

 

Organizzazione in autonomia

 

 

 

Costi

 

Forfait d’installazione Forfait mensile di assistenza Tariffa base Securitas Direct

 

 

 

Conveniente a partire da poche centinaia di franchi

 

Cos'altro potrebbe interessarvi

Cosa fare dopo un’effrazione – checklist in caso di sinistro

Un’effrazione è sempre un’esperienza sconvolgente e spesso traumatica. Davanti a voi si delinea l’enorme quantità di incombenze che vi attendono: riparazioni, valutazioni assicurative, riordino.
read more

Messa in sicurezza di porte e finestre: i nostri suggerimenti

Le porte e le finestre rappresentano il rischio maggiore per la sicurezza. Vi spieghiamo come potete metterli al sicuro con i nostri sistemi di allarme.
read more

Protezione contro le effrazioni – cosa dovete sapere

Gli oggetti di valore che possediamo sono per noi importanti e la nostra privacy è sacra. Se viene violata, il danno che subiamo è ingente. In quest’ottica è comprensibile quanto sia importante la prevenzione.
read more