Protezione contro le effrazioni – cosa dovete sapere

Gli oggetti di valore che possediamo sono per noi importanti e la nostra privacy è sacra. Se viene violata, il danno che subiamo è ingente. Non solo da un punto di vista materiale; spesso molto più gravi sono le conseguenze sulla nostra psiche. In quest’ottica è comprensibile quanto sia importante la prevenzione.

La Svizzera è considerata un Paese sicuro, ciononostante le statistiche si attestano da anni a livelli elevati. Nel 2020, sul territorio nazionale sono state registrate 24.010 effrazioni, vale a dire 65 al giorno, o una ogni 22 minuti. (Fonte: Statistiche sulla criminalità della polizia) Di seguito vi spieghiamo quali sono le caratteristiche di un’efficace protezione contro le effrazioni.

Effrazioni in Svizzera

  • Quando avvengono?

    Quando le giornate diventano più corte, il rischio di effrazione aumenta. Sfruttando la protezione offerta dalla scarsa visibilità, i malintenzionati si mettono maggiormente all’opera da dicembre a febbraio. A differenza di quanto si pensi, gli ospiti indesiderati non fanno visita di notte, bensì di giorno, quando in casa non c’è nessuno e attirano meno l’attenzione.
  • Dove avvengono?

    Non ci sono solo differenze stagionali: anche il luogo di residenza è determinante. Le effrazioni sono molto più diffuse in città rispetto alle aree rurali. In campagna, tuttavia, i furti avvengono in modo più mirato.
    La maggior parte delle effrazioni in Svizzera avviene nelle proprietà private, che spesso sono meno protette rispetto agli immobili commerciali. Per questo è ancor più importante che proprietari e inquilini affrontino il tema della protezione contro le effrazioni, per garantire una sicurezza ottimale.
  • Come avvengono?

    Poiché i ladri cercano sempre la via più semplice, porte e finestre rappresentano punti deboli che richiedono particolare protezione. Se finestre e porte sono aperte o non chiuse a chiave, l’accesso è ancor più agevole. Di solito, per l’effrazione vengono utilizzati strumenti semplici, come un cacciavite o un piede di porco. Se l’intrusione avviene senza l’uso di strumenti meccanici e vengono sottratti oggetti, si parla di furto con introduzione clandestina.
  • Cosa viene rubato?

    Sebbene i preziosi, come orologi o gioielli, e il denaro contante siano tra i beni maggiormente rubati, vengono sottratti anche altri oggetti: soprattutto piccoli dispositivi elettronici, presenti praticamente in tutte le case e poco vistosi, ma anche indumenti di marca e sigarette, facilmente rivendibili.
    Ma ciò che gli intrusi si lasciano alle spalle è spesso più doloroso della perdita degli oggetti rubati; un’effrazione può essere per molti un evento traumatizzante.

5 consigli per una protezione efficace contro le effrazioni

1. Proteggere i punti deboli
Ogni punto d’accesso è senz’altro il primo luogo attraverso cui i malintenzionati proveranno ad entrare. Quindi, prima di lasciare l’appartamento o la casa, chiudete sempre completamente le finestre e a chiave le porte d’ingresso e dei balconi, anche se vi allontanate per pochi minuti. Devono essere chiuse anche le finestre o i lucernari della cantina, o dotati di apposite inferriate. Nel caso di porte e finestre, possono contribuire a una migliore protezione contro le effrazioni anche i vetri speciali.
2. Eliminare qualsiasi ausilio
Non fate un favore ai ladri ed evitate di lasciare a disposizione strumenti utili, come scale o bidoni dell’immondizia, che facilitino l’intrusione. Anche alberi ad alto fusto o siepi in prossimità della casa possono essere utilizzati per accedere ai piani superiori.
3. Proteggere gli oggetti di valore
Se tenete in casa oggetti di valore come gioielli o contanti, assicuratevi che siano adeguatamente protetti. Una cassaforte fissata saldamente rappresenta in questo caso una buona soluzione. In alternativa, gli oggetti di valore possono essere custoditi in banca in una cassetta di sicurezza.
4. Prevedere misure e sistemi di sicurezza
Solo il 18% circa dei casi di furto vengono risolti, cosa che rende ancor più importante la prevenzione. Come deterrente o in caso di sinistro
i sistemi di sicurezza  sono lo strumento più efficace di protezione contro le effrazioni. In Securitas Direct, valutiamo con attenzione le vostre esigenze di sicurezza tramite un apposito controllo e vi sottoponiamo un’offerta personalizzata e soluzioni concrete.
Fate subito il controllo della sicurezza
5. Simulare la presenza
Un’altra misura efficace contro le effrazioni è la simulazione della presenza, ad esempio lasciando accese le luci la sera ed evitando segnali che indichino il contrario. Svuotate sempre la cassetta delle lettere e lasciate aperti gli avvolgibili quando siete in vacanza.
Avete domande sui nostri sistemi di sicurezza? Fissate subito un colloquio per una consulenza gratuita.

Cos'altro potrebbe interessarvi

Cosa fare dopo un’effrazione – checklist in caso di sinistro

Un’effrazione è sempre un’esperienza sconvolgente e spesso traumatica. Davanti a voi si delinea l’enorme quantità di incombenze che vi attendono: riparazioni, valutazioni assicurative, riordino.
read more

Quali tipologie di impianti d’allarme esistono?

In sostanza, si distingue tra una soluzione fai-da-te (DIY) e un'installazione professionale. Le esigenze e i criteri di confronto sono diversi.
read more

Messa in sicurezza di porte e finestre: i nostri suggerimenti

Le porte e le finestre rappresentano il rischio maggiore per la sicurezza. Vi spieghiamo come potete metterli al sicuro con i nostri sistemi di allarme.
read more